BOB-CUT: lo chiamavano caschetto

BOB-CUT: lo chiamavano caschetto

Deciso, pulito, estremo e incisivo, è lui il re della rigorosità ma anche della sregolatezza, vi presentiamo il bob-cut! Senza dubbio il taglio di capelli dell’anno.

bob cut Beyoncé

Beyoncé Knowles

Innanzitutto non chiamatelo caschetto perché si offende, poi non pensate che per lui esistano punte sfilate oppure non credete che sia il tipo da forme armoniche, lui è così estremo e ama solo tagli netti realizzati grazie a forbici cattive e incorruttibili che recidono inesorabilmente chiome dritte come spaghetti o ricce come meduse.

Bob-cut Rihanna

Rihanna

Si porta sulle spalle, più lungo davanti, con punte in contrasto ma sempre e solo tagliato di netto.

Kim Kardashian bob cut platino

Kim Kardashian bob-cut platino

E quante celebrities l’hanno adottato? Tantissime! Da Beyoncé che lo porta wavy, Anne Hataway con riga da un lato e liscissimo, Jessica Alba lungo e spettinato, Rhianna che lo adotta assimmetrico.

Emma Stone bob-cut rosso e mosso

Emma Stone bob-cut rosso e mosso

Ovviamente ogni viso deve avere il suo bob-cut: chi è più paffutello lo porti sulle spalle chi invece ha il viso ovale può permettersi di adottarlo a metà volto e per chi ce l’ha quadrato deve stare attenta alle assimmetrie.

Taylor Swift bob-cut wavy

Taylor Swift bob-cut wavy

Date movimento con il rosso e rendetelo punk con i nuovissimi rosa e viola, oppure tradizionale e serissimo grazie al nero e al castano compatti e omogenei, oppure decidete per un biondo estremo o con il nuovissimo bronde ovvero il bruno e il biondo che si fondono assieme in un’unica e caldissima soluzione.

anne hathaway bob-cut

Anne Hathaway

Se avete paura di tagliare le lunghissime chiome ma siete stufe del solito look provateci seguite i nostri consigli e sarete superglam! Tutte le star ci hanno dato un taglio anzi ci hanno dato un bob-cut!

Ti è piaciuto? Condividilo!
Share on Facebook6Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

0 comments

Fai il primo commento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *