Frida Giannini lascia Gucci o Gucci lascia Frida Giannini?

Frida Giannini lascia Gucci o Gucci lascia Frida Giannini?

Frida Giannini lascia Gucci e lo fa dopo 10 anni di favolose collezioni, dopo aver sputato sangue e aver dettato legge; se n’è andata e l’ha fatto anche prima del previsto.

Italian Fashion Heavyweights Dress Rich And Famous

Ci ha abbandonati Frida Giannini –e noi ci chiediamo davvero il perché– si è separata dalla Maison Gucci dopo averla portata allo splendore e alla bellezza a cui siamo abituati.

Le collezioni del prossimo inverno saranno opera del design Alessandro Michele e Frida sarà un feticcio lontano e triste.

alessandro michele

Alessandro Michele

 

Ovviamente tutti pensiamo che l’addio e soprattutto questo anticipo di addio, sia dovuto all’arrivo del nuovo CEO della Maison fiorentina che quasi come si fa nelle gare di atletica prende il testimone di Frida e lo lascia nelle mani di Alessandro Michele che non può fare altro che raccoglierlo e portarlo avanti come la nostra Frida ha fatto in questi 10 anni.

Le ampie gonne dal sapore femminile anni sessanta, i corpini in velluto sexy e decisi, le camicie in pelle con rouges sul bavero e i cappottini sixteen che fanno capolino nelle ultime collezioni saranno solo un ricordo, oppure il tanto bravo Alessandro ripercorrerà gli insegnamenti della nostra beniamina? Di certo l’eredità è molto scomoda.

frida e lapo

Frida e il suo amico Lapo

 

E’ stata l’unico direttore creativo di Gucci per quasi un decennio –ha detto Francois Henri Pinaultle sono grato per i suoi risultati, per la sua creatività e per la passione che ha sempre trasmesso nel suo lavoro” eccetera eccetera.

Bhé amici di MeA Frida Giannini se n’è andata, noi la stiamo ancora piangendo e nemmeno sappiamo dove andrà a finire, ci rimangono le sue creazioni e la sua inventiva, la classe dei suoi capi. Non ci resta che aspettarla in un’altra Maison! Oppure nella sua?

Ti è piaciuto? Condividilo!
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

0 comments

Fai il primo commento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *